Deblattizzazione

L’intervento di deblattizzazione è un intervento mirato, circoscritto nel tempo e nello spazio, basato sul contatto tra l'infestante ed il prodotto letale.

Le blatte più note e diffuse, lo scarafaggio comune (Blatta orientalis) e la blatta rossastra (Blattella germanica), sono morfologicamente predisposte a raccogliere germi e sporcizia che trovano sul loro cammino, risultando così pericolosi vettori d’infezioni e batteri patogeni.

La disinfestazione è di tipo “biologico”, supportata da uno studio sui comportamenti di questi insetti striscianti, tenendo conto, in particolare del fatto che essi portano cibo nel loro rifugio e manifestano anche fenomeni di cannibalismo.

In ambienti confinati si usa un gel inodore posizionato nei punti critici dove possono annidarsi le blatte (fessure, crepe, buchi, condotte) con una distribuzione attenta e controllata, mentre in altri casi (pozzetti, tombini, ecc.) si ricorre ad altri metodi di disinfestazione.